Pensioni di invalidità e ISEE: l’INPS ammette l’errore e rimedia

20/1/2022 da superando.it

«Abbiamo individuato e risolto la causa delle criticità che portano a ricomprendere in ISEE gli importi dovuti a titolo di maggiorazione sociale. Abbiamo avviato le procedure per una immediata sistemazione delle posizioni interessate»: così l’INPS ha rapidamente risposto all’Interpello inviato anche al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dalla Federazione FISH, dopo che varie famiglie di persone con disabilità avevano visto illegittimamente conteggiare quale reddito nel proprio ISEE gli aumenti delle pensioni di invalidità conseguenti alla Sentenza 152/20 della Corte Costituzionale

Una sede dell'INPS«Abbiamo individuato e risolto la causa delle criticità che portano a ricomprendere in ISEE gli importi dovuti a titolo di maggiorazione sociale. Abbiamo avviato le procedure per una immediata sistemazione delle posizioni interessate»: così l’INPS ha rapidamente risposto all’Interpello urgente inviato anche al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), preannunciato ieri, come avevamo segnalato anche sulle nostre pagine.

Raccogliendo infatti le numerose segnalazioni provenienti da famiglie di persone con disabilità, che avevano visto in queste settimane conteggiare quale reddito nel proprio ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) gli aumenti delle pensioni di invalidità conseguenti alla Sentenza 152/20 prodotta due anni fa dalla Corte Costituzionale, la FISH aveva appunto prodotto l’Interpello ci cui si è detto, scrivendo tra l’altro che «la Legge 89/16, emanata a seguito delle Sentenze del Consiglio di Stato, e in particolare la n. 838, la n. 841 e la n. 842 del 2016, ha introdotto un articolo che specifica come dal reddito disponibile vadano esclusi i trattamenti erogati da Amministrazioni Pubbliche in ragione di una condizione di disabilità»

Partendo dunque da tale assunto, ritenendo cioè che quegli aumenti delle pensioni di invalidità non dovessero rientrare nel calcolo dell’ISEE, la Federazione si era prontamente attivata, chiedendo di correggere una situazione che sta creando notevoli disagi a tante famiglie di persone con disabilità. Di pochi minuti fa la risposta dell’INPS, riportata inizialmente, ove si ammette in sostanza l’errore, dichiarando che si sta via via procedendo a rimediare allo stesso. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@fishonlus.it.

Legge 112 – Bando Dopo di Noi Comune di Varese

Vi informiamo che il Comune di Varese ha pubblicato sul proprio sito il nuovo bando “Dopo Di Noi” DGR n °4749 del 24/05/2021

La presentazione delle domande è possibile con modalità  “a sportello ” con decorrenza 03/01/2022 per interventi infrastrutturali e gestionali (accompagnamento all’autonomia, supporto alla residenzialità, e ricoveri di pronto intervento/sollievo), fino al limite di esaurimento delle risorse disponibili. Di seguito il link del Comune di Varese

https://www.comune.varese.it/c012133/po/mostra_news.php?id=786&area=H

Per eventuali informazioni, il nostro Servizio SAI? è a Vostra disposizione al numero dedicato 346.9669346 il martedì ed il giovedì.

L’inclusione scolastica degli alunni con disabilità dopo l’annullamento del Decreto Interministeriale N° 182.20 disposto dalla sentenza Tar Lazio n. 9795/2021 – domande e risposte

19/1/2022 da www.anffas.net

È con estremo piacere che Anffas Nazionale informa che è stato realizzato e reso disponibile l’approfondimento n. 1/2022 recante “L’inclusione scolastica degli alunni con disabilità dopo l’annullamento del Decreto Interministeriale N° 182.20 disposto dalla sentenza Tar Lazio n. 9795/2021 – domande e risposte” redatto a cura della Consulta su Inclusione Scolastica di Anffas, gruppo recentemente costituito per volontà del Consiglio Direttivo di Anffas Nazionale e affidata al coordinamento della Presidente di Anffas Per Loro e coordinatrice di Anffas Umbria, Moira Paggi.

La Consulta, nel corso delle prime riunioni operative, ha infatti ritenuto utile proporre l’elaborazione di un primo contributo sul tema scuola, a beneficio di tutte le famiglie e di tutte le strutture associative che, anche per il tramite dei loro Servizi S.A.I. (Servizio Accoglienza ed Informazione), offrono supporto alle stesse.

Si tratta, in tal caso, di un documento riepilogativo, ricognitivo ed esemplificativo inerente al D. legislativo n. 66/17 con una specifica sugli effetti della sentenza TAR Lazio n. 9795/2021.

Il documento è consultabile/scaricabile liberamente online: CLICCA QUI

inclusione scolastica annullamento decreto interministeriale sentenza TAR Lazio domande e risposte

Commento Anffas sulle misure della Legge di Bilancio per l’anno 2022 di interesse per le persone con disabilità, loro familiari ed associazioni

18/1/2022 da www.anffas.net

Anffas Nazionale, anche quest’anno, ha prodotto un documento di approfondimento dedicato all’analisi delle disposizioni della Legge n. 234/2021 contenente il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 (pubblicata in Gazzetta Ufficiale in data 31.12.2021) che avranno maggior impatto sulla vita delle persone con disabilità, dei loro familiari e delle associazioni di promozione dei loro diritti.

Per ciascuna misura della legge di bilancio ritenuta di particolare interesse, infatti, è presente un commento con eventuali considerazioni critiche, anche sul relativo impatto applicativo, e proposte, nonchè il testo del comma di riferimento per chi volesse anche procedere all’ integrale lettura della disposizione commentata.

Per consultare il documento è possibile scorrerlo interamente oppure cliccare sui bottoni colorati ed interattivi presenti nella prima pagina, corrispondenti ai diversi temi di interesse, e visualizzare così direttamente i relativi approfondimenti.

Tra i commenti si troveranno anche quelli sulle misure riguardanti il reddito di cittadinanza, l’APE sociale e il congedo obbligatorio di paternità, che diventa una misura stabile, sugli interventi per l’offerta turistica e sullo sviluppo dello sport. La nuova legge di bilancio prevede anche l’adozione di un Piano strategico nazionale per la parità di genere per individuare buone pratiche per combattere gli stereotipi di genere, nonché colmare il divario nel mercato del lavoro, il quale è segnalato anche in chiave critica e propositiva, considerato che nulla si dice rispetto al tema delle donne lavoratrici con disabilità e quindi della potenziale multidiscriminazione cui le stesse sono soggette.

Si segnala anche il commento relativo ai Livelli essenziali delle prestazioni sociali e sul sistema di presa in carico generale per le persone con disabilità ed anziani non autosufficienti che, in prospettiva, si andrà delineando, a partire dalla previsione dell’intercettazione del bisogno attraverso la dislocazione territoriale dei i cc.dd PUA – Punti Unici di Accesso incardinati presso le Case della Comunità, la cui istituzione è prevista dalla Misura 6 del PNRR con una fondamentale funzione, anche ai fini della valutazione multidimensionale.

Per consultare e/o scaricare il documento di analisi è possibile cliccare qui

MISURE DELLA LEGGE DI BILANCIO PER L’ANNO 2022 DI INTERESSE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ, LORO FAMILIARI E ASSOCIAZIONID

“Goccia dopo goccia… l’oceano”: disponibile il nuovo libro della collana Anffas “Uno per tutti e tutti per uno”!

 

Goccia dopo goccia… l’oceano”: è il titolo della nuova pubblicazione, edita nell’ambito della collana Anffas “Uno per tutti e tutti per uno“, a cura di Manuela Bona, Giovanni Pellegrino, Domenico Tripodi (Presidente Anffas Bergamo).

Si tratta, questo, di un prezioso volume che, quale buona prassi, racconta il tema dell’inclusione e della partecipazione attiva delle persone con disabilità attraverso l’esperienza teatrale (ma non solo) maturata sul territorio dall’associazione “Gocce nell’Oceano” di Telgate.

Infatti, ripercorrendone la storia, a partire dalla sua fondazione, il libro raccoglie e riporta su carta le testimonianze dei protagonisti che vi hanno preso parte arricchendole di importanti riflessioni con cui sottolineare la necessità di “favorire l’integrazione sociale, la socializzazione e la coesione di gruppo, stimolandolo alla collaborazione e alla condivisione di un’esperienza umana nel rispetto delle differenze individuali.” (Tripodi, pag. 23)

Un contributo che, nella sua essenzialità, è intriso della forte passione e delle intense emozioni vissute in un percorso di crescita comune da parte di un gruppo eterogeneo di persone che, grazie alle proprie peculiarità, potenzialità ma anche difficoltà, ha saputo raggiungere, goccia dopo goccia, importanti risultati. Risultati che, proprio a partire dalle attività teatrali, hanno difatti contribuito a promuovere il concetto dell’inclusione, in primis della disabilità, il tutto mediante il costante dialogo e la sinergia con i diversi soggetti (pubblici e privati) del territorio.

Scopri di più su “Goccia dopo goccia… l’oceano”: CONSULTA L’INFOBOOK – ACQUISTA QUI

Per approfondire la collana Anffas “Uno per tutti e tutti per uno” – in collaborazione con la casa editrice Vannini Editoria Scientifica – consulta la news dedicata: CLICCA QUI