Appello di Anffas Lombardia- risposta candidato Gori

Di seguito la risposta del candidato Gori all’appello di Anffas Lombardia:

Aderisco in maniera convinta a vostro appello perché condivido tutte le preoccupazioni e le richieste di cui siete portatori. Conosco bene il lavoro che quotidianamente fate e sono consapevole di come l’assistenza delle persone disabili ricada quasi sempre, da un punto di vista concreto e economico, sulle spalle delle famiglie.  L’obiettivo di tutte le attività dedicate alle persone con disabilità deve restare l’acquisizione dell’autonomia individuale del soggetto con la possibilità di fuoriuscita dal nucleo familiare, il sostegno alla scelta del luogo di vita fino al tema del dopo-di-noi. Bisogna assolutamente governare e migliore integrazione tra gli interventi e le istituzioni, per una personalizzazione dei progetti e un loro deciso orientamento verso esiti che riconoscano il “diritto di tutte le persone con disabilità a vivere nella società con la stessa libertà di scelta delle altre persone”, così come previsto e prescritto dall’articolo 19 della Convenzione Onu.

Mi auguro di poter dare gambe alle vostre istanze in prima persona e vi garantisco che sarò in ogni caso accanto a voi e alle vostre famiglie.

Un saluto cordiale.

Giorgio Gori