Mare per tutti: lo stabilimento balneare italiano premiato per accessibilità e inclusione

da Disabili.com

Agli Italia Travel Award un premio speciale a La Rosa Blu Chalet

Lentamente ma inesorabilmente, l’argomento accessibilità in ambito turistico sta diventando di interesse sempre più diffuso anche nel nostro Paese: ora le strutture turistiche iniziano a rendersi conto che puntare anche sull’offerta di servizi che coprano il maggior numero di esigenze, come quelle connesse ad una disabilità, può essere vantaggioso.

Se, dunque, l’accessibilità è diventata un punto da tenere in considerazione è stato grazie a un connubio di forze: da un lato il desiderio delle industrie alberghiere di raggiungere una fetta sempre più ampia di clienti, dall’ altro le richieste degli utenti che, consapevoli dei loro diritti, chiedono di poter avere servizi adeguati. A questo si aggiunge anche la maggiore visibilità che le pratiche virtuoso del settore stanno conquistando: ricordiamo ad esempio il premio “Turismi Accessibili – Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere” indetto da Diritti Diretti e rivolto a chi ha dato visibilità a progetti per incentivare il turismo accessibile, oltre al premio Bandiera Lilla per il turismo accessibile in Liguria.

UN PREMIO SPECIALE – Ma interessante è anche il fatto che al turismo accessibile si guardi non più solo in ottica “di nicchia”, ma includendolo in generale nel settore turismo. Quest’anno, ad esempio, alla terza edizione dell’Italia Travel Awards 2018, il concorso a premi dedicato ai “migliori” del turismo italiano, oltre alle categorie classiche è stato inserito il Premio Speciale Turismo Accessibile “alla migliore esperienza senza barriere”, che è stato vinto dalla Anffas Onlus Martinsicuro con il suo progetto La Rosa Blu Chalet.  La struttura, che si trova in Abruzzo in provincia di Teramo, si è guadagnata il premio in quanto distintasi per essere altamente accessibile, priva di barriere architettoniche e visive, oltre che per aver promosso l’inclusione lavorativa di persone con disabilità al suo interno.

I SERVIZI DELLA ROSA BLU – Se avete quindi voglia di passare delle vacanze al mare accessibili, in Abruzzo, potrebbe essere utile informarvi sui numerosi servizi di questo stabilimento balneare. Per quanto riguarda la spiaggia, lo stabilimento è provvisto di passerelle ampie che portano a piazzole allocate sotto tutti gli ombrelloni e che permettono alle carrozzine di spostarsi su tutta la lunghezza della spiaggia.
I bagni esterni, oltre che essere forniti di docce calde e fredde classiche sono provvisti anche di doccia con seduta, ed è presente tra i servizi l’aiuto del personale nel caso di bisogno riservato agli utenti disabili.
Per accedere al mare è possibile utilizzare delle sedie in alluminio a ruote specificamente indicate per andare in acqua e in grado di spostarsi facilmente sulla sabbia.
Riguardo agli ambienti interni, la struttura è totalmente priva di barriere architettoniche e visiveed è collegata al litorale da passerelle. Il bar è provvisto di doppio bancone, con una parte ribassata per permettere a tutti l’accesso alla caffetteria, e nei servizi di bar e cucina sonoimpiegate persone giovani con una disabilità che hanno avuto una formazione adatta a questo.
Oltre ai comfort della spiaggia, sono presenti anche delle iniziative per i più temerari: è possibile infatti praticare canoa e windsurf, grazie all’aiuto di esperti che seguono le attività sportive della struttura, oltre all’iniziativa HandiNaturAppennino, in cui viene organizzata un’escursione di una giornata in montagna su percorsi accessibili.

Per info:

I servizi de La Rosa Blu stabilimento balneare