Sport paralimpico, è l’estate dei grandi eventi

da Redattoresociale.it 31 luglio 2018

In rapida successione alcuni fra i più importanti appuntamenti dell’anno: si parte con i mondiali di ciclismo e attraverso gli europei di nuoto, i mondiali di basket in carrozzina e gli europei di atletica, arriveremo a settembre agli europei di scherma in carrozzina. Da Zanardi a Bebe Vio, azzurri a caccia di medaglie

E’ un’estate calda e non solo per le temperature. Sono tanti gli appuntamenti sportivi che interessano il mondo paralimpico in programma nel mese di agosto e poi in quello di settembre. Si inizia proprio con un evento ospitato nel nostro Paese, più precisamente a Maniago, in Friuli: i Mondiali di paraciclismo su strada. Alex Zanardi e altri 21 azzurri vanno a caccia di medaglie: per quattro giorni, dal 2 al 5 agosto, la località in provincia di Udine sarà il centro delle due ruote internazionali, il teatro dove si affronteranno 650 atleti provenienti da 45 Paesi. 

Ventidue gli azzurri in gara, cinquantadue gli eventi medaglia. A disposizione del CT Mario Valentini ci saranno Pierpaolo Addesi, Fabio Anobile, Paolo Burracchio, Paolo Cecchetto, Diego Colombari, Fabrizio Cornegliani, Rita Cuccuru, Alessandro Danzi, Giorgio Farroni, Christian Giagnoni, Giancarlo Masini, Luca Mazzone, Leonardo Melle, Federico Mestroni, Jenny Narcisi, Michele Pittacolo, Francesca Porcellato, Andrea Pusateri, Simone Rancan, Andrea Tarlao, Ana Maria Vitelaru, Alessandro Zanardi. “Abbiamo finito i lavori a Rovere, dove abbiamo svolto il raduno, e ora si parte per Maniago – le parole dell’azzurra Jenny Narcisi – è stato un collegiale ricco di esperienze e di momenti nuovi ed emozionanti: ora siamo pronti a scendere in campo”.
Il 13 agosto secondo grande appuntamento dell’estate: i Campionati Europei di nuoto. L’evento è in programma fino al 19 agosto a Dublino, in Irlanda. Circa 400 gli atleti in vasca, 37 le nazioni rappresentate. Ventotto gli atleti azzurri chiamati a lasciare un segno importante nella massima rassegna a livello continentale: Simone Barlaam, Federico Bassani, Alessia Berra, Francesco Bettella, Federico Bicelli, Francesco Bocciardo, Monica Boggioni, Vincenzo Boni, Cecilia Camellini, Gioele Ciampricotti, Chiara Cordini, Marco Maria Dolfin, Antonio Fantin, Giulia Ghiretti, Carlotta Gilli, Andrea Massussi, Riccardo Menciotti, Efrem Morelli, Federico Morlacchi, Misha Palazzo, Xenia Francesca Palazzo, Martina Rabbolini, Stefano Raimondi, Alessia Scortechini, Fabrizio Sottile, Arianna Talamona, Arjola Trimi, Salvatore Urso. “Dopo le Paralimpiadi di Rio nel 2016 mi son detto ‘basta, ho dato a me stesso e al nuoto tutto ciò che potevo dare, mi dedico allo studio e a una carriera professionale al di fuori dell’agonismo’ – ammette Fabrizio Sottile – e così è stato: ho smesso di allenarmi come un professionista ma ho partecipato comunque alle maggiori manifestazioni nazionali o internazionali, senza pretendere risultati rilevanti o convocazioni in Nazionale”. “Poi, dopo un anno e mezzo di distacco dall’allenamento Pro sono arrivati i Campionati Societari – ricorda – e quindi la magica opportunità di essere convocato per gli Europei”.
Dal 16 al 26 agosto la città tedesca di Amburgo ospita le gare valide per i Mondiali di basket in carrozzina. Un gruppo giovane, guidato da una delle colonne non solo della palla a spicchi ma, in generale, dell’intero movimento paralimpico italiano e internazionale: Carlo Di Giusto. Insieme ai due capitani Simone De Maggi e Filippo Carossino, in Germania ci saranno Jacopo Geninazzi, Enrico Ghione, Andrea Giaretti, Giulio Maria Papi, Ahmed Raourahi, Francesco Santorelli, Davide Schiera, Claudio Spanu, Marco Stupenengo. “Pronto per il Mondiale – assicura Giulio Maria Papi – sarà un onore rappresentare la mia Nazione. Un evento spettacolare che invito tutti a seguire e a vedere”.
Ancora Germania teatro di un grande evento paralimpico: dal 20 al 26 agosto, la capitale Berlino accoglie 600 atleti e ben 39 Paesi per gli europei di atletica paralimpica. Lo squadrone azzurro sarà presente con 20 atleti (13 uomini e 7 donne) e tante aspirazioni di medaglia: Carlotta Bertoli (100, 200 T13, staffetta universale), Martina Caironi (100 e lungo T63), Francesca Cipelli (lungo T37), Monica Contrafatto (100 T63), Oxana Corso (100 T35, staffetta universale), Adriana Gardini (giavellotto F54), Assunta Legnante (peso F11), Riccardo Bagaini (100, 200, 4×100 T47, staffetta universale), Luca Campeotto (200, 400 T62), Giuseppe Campoccio (peso, giavellotto F33), Marco Cicchetti (100, lungo T44, 4×100, staffetta universale), Raffaele Di Maggio (400 T20), Emanuele Di Marino (100, 200 T44, 4×100, staffetta universale), Adawe Hadafo Farhan (100, 400 T52), Diego Castaldi (200, 400, 800 T53, staffetta universale), Roberto La Barbera (lungo T64, 4×100), Andrea Lanfri (200, 400 T62, 4×100), Simone Manigrasso (100, 200 T64, 4×100), Marco Pentagoni (100, lungo T63), Oney Tapia (peso, disco F11). Il direttore tecnico Vincenzo Duminuco afferma: “Inutile negare che nutriamo grande aspettative in vista di questi Europei. E’ stato difficile comporre questa squadra, questo per problemi di abbondanza”. “E’ un team di qualità, con un’età media di 29 anni e con la presenza di cinque atleti under 20 che vengono dalla Fispes Academy – sottolinea il tecnico – il che significa che ci stiamo aprendo al futuro”.
A questi eventi si aggiunge un altro importante appuntamento che si disputerà sul territorio italiano, questa volta nel mese di settembre: i Campionati Europei di scherma in carrozzina, in programma a Terni dal 17 al 23. Tutti questi eventi potranno contare sulla copertura delle telecamere Rai. Un grande impegno dell’emittente nazionale e la dimostrazione di quanto il movimento paralimpico sia cresciuto in termini mediatici. Fra gli altri eventi in programma possono essere ricordati anche i Mondiali di Wheelchair Hockey che si terranno in Italia, a Lignano Sabbiadoro (24-30 settembre).