Nell’Albergo etico c’e’ nuovo lavoro per i ragazzi Down

fonte Avvenire 21-6-18 ASTI. Ad Asti, in un’antica casa di ringhiera con il fascino degli edifici di un tempo, c’è un albergo del tutto speciale. È l’«Albergo etico», canale privilegiato per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità o portatrici della sindrome di Down, che compie tre anni. Per festeggiarlo si è tenuto un evento a Palazzo Mazzetti a cui hanno partecipato il campione paralimpico Francesco Bocciardo e il suo allenatore Luca Puce. Più che un semplice luogo di soggiorno, «Albergo etico» è una storia di accoglienza a tutto tondo: si occupa infatti di favorire la piena inclusione sociale e il collocamento lavorativo di persone con disabilità, attraverso un percorso triennale di formazione/lavoro che è un vero cammino di autonomia e indipendenza.
Continue reading

Al via il piu’ grande finanziamento mondiale in grado di trasformare il panorama della ricerca i sull’autismo

fonte Tecnomedicina http://www.tecnomedicina.it/al-via-il-piu-grande-finanziamento-mondiale-in-grado-di-trasformare-il-panorama-della-ricerca-internazionale-sullautismo/

LONDRA. Il più grande finanziamento per la ricerca scientifica nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo è stato assegnato dall’Innovative Medicines Initiative a un consorzio internazionale guidato dall’Istituto di Psichiatria, Psicologia e Neuroscienze del King’s College di Londra.
Partner italiano del consorzio è l’equipe guidata dal professor Filippo Muratori, direttore dell’unità operativa di Psichiatria dello Sviluppo del IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone e docente dell’Università di Pisa, che si occupa da anni di bambini autistici e delle loro famiglie.
Il finanziamento di 115 milioni di euro per lo studio “Autism Innovative Medicine Studies-2-Trials” accrescerà la nostra conoscenza dell’autismo e contribuirà a sviluppare nuove terapie per migliorare lo stato di salute e la qualità della vita delle persone autistiche.
Più di 1 persona su 100 è autistica. Oltre alle caratteristiche principali dell’autismo, molte persone autistiche lottano con gravi comorbidità, come l’epilessia, l’ansia e la depressione, e l’aspettativa di vita delle persone autistiche si può ridurre fino a 30 anni. Tuttavia, le cause dell’autismo e delle difficoltà ad esso associate rimangono in gran parte sconosciuti ed esistono pochissime terapie efficaci e appropriate per l’autismo. Continue reading

Discriminazioni e disabilità: una Legge applicata troppo poco

Fonte www.superando.it

Ogni giorno e in ogni àmbito della loro vita, le persone con disabilità subiscono episodi di discriminazione: succede agli alunni e agli studenti che non ottengono un adeguato numero di ore di assistenza, alle persone in carrozzina che si spostano con i mezzi pubblici, a coloro che sono costretti a pagare quote eccessive di compartecipazione alla spesa sociosanitaria. Tutte situazioni che vengono sanzionate dalla Legge 67/06 (Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni), importante strumento giuridico per la tutela dei diritti delle persone con disabilità, che però, a dodici anni dalla sua entrata in vigore, viene applicata ancora troppo poco nei Tribunali italiani.

È quanto emerso da una ricerca svolta dalla LEDHA – la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità che costituisce la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – dei cui esiti si è parlato nel corso del convegno Disabilità: la discriminazione esiste e noi la combattiamo, tenutosi presso l’Università di Milano (se ne legga anche la nostra presentazione).
In questi mesi, infatti, la LEDHA ha svolto una ricerca presso gli archivi di alcuni Tribunali italiani, venendo a conoscenza di appena 64 provvedimenti giudiziali emessi a seguito di ricorsi presentati sulla base della tutela introdotta dalla Legge 67/06. Continue reading

ASSEMBLEA NAZIONALE ANFFAS ONLUS 2018: COMMOZIONE, ONORIFICENZE, APPROFONDIMENTI, NUOVE NOMINE E UN RINNOVATO IMPEGNO NELLA DIFESA DEI DIRITTTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ HANNO CARATTERIZZATO L’ASSEMBLEA DEL SESSANTENNALE DELL’ASSOCIAZIONE

COMUNICATO STAMPA

Anffas Onlus

Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale

ASSEMBLEA NAZIONALE ANFFAS ONLUS 2018:

COMMOZIONE, ONORIFICENZE, APPROFONDIMENTI, NUOVE NOMINE E UN RINNOVATO IMPEGNO NELLA DIFESA DEI DIRITTTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ HANNO CARATTERIZZATO L’ASSEMBLEA DEL SESSANTENNALE DELL’ASSOCIAZIONE

 APPUNTAMENTO ORA AL GRANDE EVENTO DEL 28, 29 E 30 NOVEMBRE 2018!

Il 14, 15 e 16 giugno sono stati giorni intensi per Anffas che ha visto svolgersi, alla presenza di oltre 400 persone provenienti da tutta Italia, tra cui un nutrito gruppo di Autorappresentanti del Movimento Italiano “Io Cittadino”, formato da persone con disabilità, la sua Assemblea annuale e la grande celebrazione per il suo sessantennale: tre giorni in cui si sono alternati momenti di commozione, di ricordi, di ringraziamenti, di approfondimenti e di adempimenti amministrativi e istituzionali e il cui comun denominatore è stato senza dubbio, ancora una volta, il rinnovato impegno dell’Associazione nella difesa delle persone con disabilità e il pieno protagonismo e la piena partecipazione di queste ultime nella vita associativa.

In particolare, infatti, la giornata dedicata alle celebrazioni – condotta con estrema simpatia e professionalità da Flavio Insinna – è stata caratterizzata dai numerosi interventi degli Autorappresentanti che hanno descritto ai partecipanti le proprie esperienze in tema di vita indipendente, inserimento lavorativo, inclusione scolastica, e il proprio lavoro relativamente alla Dichiarazione di Roma e al contrasto delle discriminazioni.

Continue reading

Tre anni di attività del Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi

fonte www.personecondisabilita.it La discriminazione esiste e noi la combattiamo

LEDHA presenta i risultati dei primi tre anni di attività del Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi durante un convegno pubblico in programma giovedì 21 giugno. Il programma completo

“Disabilità: la discriminazione esiste e noi la combattiamo” è il titolo del convegno promosso da LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità in programma a Milano, presso l’Università degli Studi, giovedì 21 giugno. La nozione di “discriminazione fondata sulla disabilità” è relativamente recente e fatica ancora a essere assimilata sia nel dibattito pubblico, sia in quello degli addetti ai lavori. Eppure, le persone con disabilità continuano a vivere ogni giorno sulla propria pelle condizioni di discriminazione, praticamente in ogni ambito della vita.

Il convegno sarà l’occasione per verificare gli esiti e gli effetti dell’azione di contrasto alla discriminazione fondata sulla disabilità operata negli ultimi tre anni dal Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi. Un orizzonte di lavoro e di impegno civile che viene proposto, in ottica di condivisione e partecipazione, agli studiosi e ai professionisti del settore legale come a quelli delle politiche sociali.

“Il Centro Antidiscriminazione intitolato a Franco Bomprezzi rappresenta uno dei pilastri centrali dell’attività di LEDHA –sottolinea il presidente dell’associazione, Alessandro Manfredi-. I risultati ottenuti in questi anni per noi sono molto importanti perché mettono in evidenza che c’è un bisogno sommerso, da parte delle persone con disabilità e le loro famiglie, di veder riconosciuti una serie di diritti”.

Il convegno sarà quindi occasione per riflettere a tutto tondo sulla legge 67/2006 che ha istituito il concetto di “discriminazione fondata sulla disabilità”. “Una legge di cui, probabilmente, non sono ancora state completamente esplorate le potenzialità. È importante quindi comprendere i motivi per i quali questa legge non è ancora così conosciuta e utilizzata a tutela delle persone con disabilità”, commenta Giuseppe Arconzo, professore di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano e delegato del rettore per le disabilità e i DSA. Durante la giornata, inoltre, verranno presentati i risultati di una ricerca svolta da LEDHA per verificare l’applicazione della normativa antidiscriminatoria nei Tribunali italiani.

Programma

  • ore 14.00 – Accoglienza e registrazione dei partecipanti
  • ore 14.30 – Modera Enrico Mantegazza, vicepresidente LEDHA

    Saluti istituzionali: Pierfrancesco Majorino (assessore alle Politiche sociali – Comune di Milano) Stefano Bolognini (assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità – Regione Lombardia), Giuseppe Arconzo (professore di Diritto Costituzionale, Università degli Studi di Milano), Alessandro Manfredi (Presidente LEDHA)

  • “Notizie dal Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi: Cosa abbiamo fatto e cosa abbiamo imparato”
    Laura Abet, Avvocato di LEDHA
  • “L’applicazione della normativa antidiscriminatoria nei Tribunali italiani”
    Gaetano De Luca, Avvocato del Foro di Milano
  • Tavola rotonda: “L’applicazione della Legge 67/2006 e del Decreto Legislativo 216/2003: criticità e punti di forza”. Modera Giuseppe Arconzo. Intervengono: Chiara Colosimo (magistrato del Tribunale di Milano, Sez. Lavoro), Gaetano De Luca, Alberto Guariso e Livio Neri (avvocati del Foro di Milano), Giovanni Merlo, (direttore LEDHA)
  • Conclusioni: “Verso la creazione dell’Osservatorio sull’applicazione del divieto di discriminazione”
    Giuseppe Arconzo (professore di Diritto Costituzionale, Università degli Studi di Milano)
  • Alberto Fontana (Consiglio direttivo LEDHA)
  • Ore 18 – aperitivo di saluto

Il convegno si svolgerà presso l’Aula Pio XI (via Sant’Atnonio 5) dell’Università degli Studi di Milano. Sono stati richiesti i crediti CROAS per gli assistenti sociali. Previsto il servizio di sottotitolazione. Si chiede di confermare la partecipazione sul sito LEDHA o inviando una e-mail a info@ledha.itPer informazioni: Giovanni Merlo (giovanni.merlo@ledha.it– tel. 347 7308212)